Home

Indietro

 

Limone P.te

 

 

 

LIMONE PIEMONTE

 

LA VIA ROMANA FINO AL COLLE DI TENDA

Descrizione: piacevole passeggiata lungo la strada che sin dall'epoca romana fu la più breve tra Piemonte e Nizzardo e una delle più utilizzate per le sue caratteristiche plano-altimetriche. Nel III secolo A.C. Polibio, elencando i quattro passi alpini più noti al suo tempo, nominava per primo questo che partiva dal Mar Tirreno e attraversava il territorio dei liguri. Inoltre pare che Annibale, nella sua calata in Italia del 218 A.C., fosse a conoscenza di questa via e vi avesse rinunciato perchè più facile ma meno sicura data la bellicosità dei liguri. Oggi il tratto meglio conservato è quello che dalla strada statale conduce ai prati di San Lorenzo, mentre il tempo e l'incuria ne hanno pressochè cancellato le tracce a Limone.

Itinerario: Da Piazza San Sebastiano si segue la strada pedonale sulla destra orografica del Vermenagna che attraversa i giardini pubblici e il parco giochi per bambini recentemente ristrutturati dal Comune di Limone. Questo primo tratto di passeggiata è un facile e ombreggiato percorso , illuminato e attrezzato con panchine , inizialmente asfaltato e poi sterrato fino ai Tetti Mecci ( 40 min. ). Si imbocca la strada statale per qualche centinaio di metri per poi imboccare al terzo tornante una gradinata che , attraverso un setiero , ci porta nuovamente a imboccare la Via Romana fino a Limonetto. In quest’area in cui l’ambiente non è significativamente mutato rispetto al passato ed è ancora possibile ammirare le tecniche costruttive romane di lastricatura e di muratura : la pavimentazione a grossi ciottoli rossastri si è conservata in estesi tratti. A Limonetto dopo alcuni metri di strada asfaltata la Via Romana riprende nuovamente il suo percorso .Dopo un lungo traversone inerbito la carrareccia guadagna quota con due tornanti ( la curva superiore è scavata nella roccia come una trincea ) e , con costante salita su fondo particolarmente sconnesso , si giunge ai Prati di San Lorenzo ( 1505 m. 2,15 ore ). In questo tratto la sede stradale è ancora parzialmente protetta da secolari muretti a secco. Con una serie di lunghi tornanti tra rododendri , su fondo reso particolarmente difficile da numerosi acquitrini , si guadagna lentamente quota fino a raggiungere il Colle di Tenda ( 1871 m. 3,30 ore ).

Note Tecniche:  Partenza: Limone Piazza San Sebastiano     Lunghezza: Km 10     Dislivello: mt 850    Tempo Percorrenza: 3,30 ore

LIMONETTO - PRATI di SAN LORENZO - ALPE di PAPA GIOVANNI

Descrizione: Limonetto è un antico borgo a soli 6 km da Limone , raggiungibile in auto con la S.S. 20 o a piedi percorrendo la Via Romana. Il piccolo nucleo di case che compone il centro storico (detto l’Ga) mantiene ancora oggi la tipica architettura di montagna con i muri in pietra e i tetti in lose. Questo itinerario , particolarmente agevole , svela alcune delle bellezze del territorio: la cascata del torrente Vermenagna (il Piz) che si può osservare da vicino grazie ad un ponte pedonale , la visita dell’oasi spirituale dell’Alpe di Papa Giovanni e i prati di San Lorenzo.

Itinerario: Dal piazzale antistante il cimitero di Limonetto si percorre in direzione di Limone la Strada Provinciale fino all’ultimo condominio (condominio Milly). Da qui parte un sentiero che si eleva nel bosco di faggi e raggiunge la “Serra Conche”, una bella valletta prativa che fino ad alcuni anni or sono veniva falciata e seminata. Con una piccola deviazione all’interno del prato si raggiunge la “Madonnina di Limonetto “, mentre proseguendo sul sentiero si guadagna il crinale spartiacque e , con una ripida salita nel sottobosco , la Punta del Morel (1565 m. 1 ora). Da qui si percorre in discesa un tratto della pista da sci , fino ad incrociare la Via Romana proveniente da Limonetto,  per poi seguirla verso monte in leggera salita fino al Vallone di San Lorenzo. In 10 minuti di discesa lungo la strada di servizio degli impianti sciistici si raggiunge l’Alpe di Papa Giovanni. Da qui un sentiero immerso in un ombroso faggeto porta, con ripidi tornanti , ad un tipico ponte da cui si può ammirare la stupenda cascata. Il centro di Limonetto si raggiunge percorrendo la strada asfaltata a senso unico che parte dalla cascata (isola pedonale nel periodo estivo).

Note Tecniche: Partenza:  Limonetto           Lunghezza: Km 6         Dislivello: mt 230         Tempo Percorrenza: 2,30 ore

 

SENTIERO BOTANICO "LA VEUVA" - GIRO DEL MURIN

Descrizione: il sentiero botanico si pone l’obiettivo di valorizzare, con un’esplorazione guidata, un angolo di Limone poco frequentato, ma non per questo da trascurare. Prendendo avvio in una zona segnata da numerose e talvolta pesanti trasformazioni antropiche, il percorso conduce in breve verso luoghi che, pur denunciando l’influsso delle attività umane trascorse, appaiono naturali nella loro varietà di volumi, di forme e di colori. Le specie vegetali segnalate dalle tabelle botaniche sono quindici e si propone la prosecuzione della piacevole passeggiata attorno al Monte Murin per trasformarla in banco di prova nel riconoscimento delle piante avvicinate poco prima.

Itinerario: da Piazza Risorgimento si sottopassa la ferrovia e si gira a sinistra nella via privata che conduce al condominio Parco Murin. Giunti al tornante sotto al condominio si prosegue diritto sulla strada sterrata che, con alcune svolte, si alza di quota. Trascurate due diramazioni del sentiero si giunge, dopo pochi minuti, alla prima tabella che segna l’inizio del sentiero botanico. Da qui in avanti il percorso risulta facilmente individuabile, anche grazie al susseguirsi delle edicole botaniche. Con un ripido traverso si giunge alla caratteristiche baite dei Tetti Veuva che segnano il termine del sentiero ed offrono un superbo panorama sul paese e sul Colle di Tenda.

A questo punto il sentiero, con alcune svolte, si alza sopra le casette, passa nel bosco e tagliando alcune lingue pietrose arriva alle Maire Galino (1318 m.1,30 ore). Parte da questo punto una strada sterrata che, in moderata salita, attraversa il costone del Murin fino a raggiungere un bivio nei pressi di una bandiera occitana (1372 m 1,40 ore). Si imbocca il sentiero che si dirige verso il lungo traversone assolato fino ad inoltrarsi nel fitto bosco. All’uscita del faggeto si svolta a sinistra e con ripidi tornanti si raggiunge la cima del Colle Almellina (1480 m. 2,15 ore). Si prosegue in direzione Limone nel fitto bosco e, lungo un percorso a saliscendi, si arriva a toccare la quota più elevata dell’itinerario (1524 m punto panoramico); da qui una ripida discesa, trascurando una deviazione a destra, ci riporta alle Maire Galino. Passando in mezzo alle baite si imbocca il sentiero, caratterizzato da ripidi tornantini, che conduce sotto le rocce del Murin e và a terminare in Via Almellina, a 20 minuti dal centro del paese.

Note Tecniche:  Partenza: Limone Piazza Risorgimento         Lunghezza: Km 7,5     Dislivello: mt 500             Tempo Percorrenza: 3 ore